News

L'Arte di Vivere

Cinque artisti si raccontano a L’Aquila, una città fantasma che tenta di tornare faticosamente a vivere dopo il terremoto del 2009 in Abruzzo. La creatività come possibilità di riscatto, di dare vita ai propri sogni di futuro e di ricostruzione. Cinque artisti uniti dalla volontà di tenere in vita un patrimonio di relazioni umane, memorie, arte e cultura che non deve morire. Cinque artisti per cui vivere l’arte, ogni giorno di più, vuol dire misurarsi con l’arte di vivere.

Il terremoto del 6 aprile del 2009 in Abruzzo ha cambiato per sempre il destino di migliaia di persone. Costrette a vivere senza più punti di riferimento, in luoghi che non fanno più parte della loro memoria e immaginazione, hanno dovuto mutare d’improvviso abitudini, stili di vita,  rapporti sociali e familiari. Tra loro alcuni artisti, che hanno deciso di rimettersi in gioco prima di tutto come persone. Quello che unisce lo scrittore Enrico, la ballerina di Flamenco Ester, la restauratrice e pittrice Lorenza, l’insegnante e artista Licia e lo scultore ex giocatore dell’Aquila Rugby, Valter, è molto più che il loro perseguire un percorso creativo. A unirli è il bisogno fondamentale di conservare le proprie radici, di riscoprire il loro senso di appartenenza, la volontà di tenere in vita un patrimonio di relazioni umane, memorie, arte e cultura che non deve morire. E’ da lì che bisogna ricominciare per attingere anche nuovi slanci creativi, per tornare a sentirsi liberi di dare senso e certezze alla propria vita, di tornare a disporre del proprio destino, di sperare in un futuro possibile, per dare coraggio e prospettive ai giovani. Ma forse L’Aquila oggi rappresenta con particolare evidenza i mali di tutta un’umanità sperduta, che cerca di reagire ad una crisi planetaria, un’umanità che ha assoluto bisogno di ritrovarsi e che ancora più di prima sente il bisogno di esprimersi, di trovare nell’arte la motivazione ad andare avanti.

Regia: Alessandro D'Alessandro, Marco Leopardi, Diego D'Innocenzo